Smart city

Lo Smart City Plan è uno strumento di programmazione che offre una visione coordinata della vita urbana dal punto di vista architettonico e urbanistico, di infrastrutture e mobilità, di efficienza energetica e sostenibilità ambientale, di dimensione sociale della convivenza civile, capace di integrare costantemente le componenti ICT con quelle della governance e con le decisioni sulla localizzazione delle principali funzioni urbane, in modo da raggiungere i migliori risultati nel minor tempo possibile e con i minimi costi e sforzi.

Progetto Replicate

Il progetto europeo REPLICATE (REnaissance of PLaces with Innovative Citizenship And Technology) ha l'obiettivo di creare servizi di smart city attraverso l'impiego di tecnologie innovative, realizzando interventi di efficientamento energetico, mobilità sostenibile e innovazione delle infrastrutture.

Maggiori informazioni sugli interventi.

Efficientamento energetico

Numerosi gli interventi realizzati nel corso degli anni per rendere sostenibile il patrimonio di edilizia residenziale pubblica: in città tutti gli edifici di nuova costruzione a partire dal 2010 sono stati realizzati con tecnologie costruttive, materiali e impianti in grado di garantire elevatissimi livelli di efficienza energetica (classe A e NZEB, ovvero consumo energetico quasi pari a zero).

Il complesso ERP di via Canova è in classe A, come lo sono i 18 alloggi temporanei di viale Guidoni, realizzati quale volano per il cantiere di via Torre degli Agli, mentre il complesso edilizio dei 110 alloggi di via Toscanini, consegnato nel 2015 è in classe B. Il complesso edilizio dei 45 alloggi di viale Giannotti ex Longinotti, consegnato nel 2016 e quello degli 88 alloggi di via Torre degli Agli, dove sono in corso i lavori, si collocano nel livello più alto della classificazione energetica - A4, il cosiddetto NZEB. Tutti questi edifici (gli alloggi di viale Guidoni, viale Giannotti e via Torre degli Agli) sono realizzati con pareti e solai in legno e sono caratterizzati dall’avere necessità di poca energia per il loro funzionamento e di produrre la gran parte di questa energia; in viale Giannotti, ad esempio, il 76% dell’energia primaria totale è prodotta da fonte rinnovabile a mezzo di una vera propria centrale di produzione di calore e di elettricità situata sul tetto.

Per gli immobili in via Nave di Brozzi alle Piagge è stato realizzato un nuovo cappotto termico, che assicura un netto miglioramento delle prestazione energetiche; l'intervento è previsto anche in via Signorelli, via Canova, via Calabria e via della Casella.

Il programma ‘OUT amianto - IN fotovoltaico’ ha portato alla sostituzione delle coperture contenenti cemento amianto con nuovi tetti coibentati e la realizzazione di impianti fotovoltaici per la produzione di energia elettrica.

LEGGI TUTTO

Firenze cambia luce

La sostituzione dei vecchi corpi illuminanti a vapori di sodio e di mercurio con 30.0000 lampade a LED consente un risparmio energetico di oltre 10 milioni di kilowatt ora (kWh) e 12.000 tonnellate di CO2 in meno all’anno.

Grazie ai punti di connessione presenti su ogni corpo illuminante è possibile poi sviluppare nuovi strumenti di smart city per il monitoraggio ambientale o acustico della città e i servizi ai cittadini.

Maggiori info sul sito firenzecambialuce.it

Scroll to top of the page