Al via a Firenze la forestazione urbana di piazze senza verde e piste ciclabili

Approvato dalla Giunta comunale il progetto definitivo dei lavori che prevede la piantumazione di un centinaio di nuovi alberi lungo le piste ciclabili, nelle piazze senza verde e nel centro storico.

Gli interventi di forestazione approvati nel progetto riguarderanno sei aree pubbliche: tre piste ciclabili (lungarno della Zecca Vecchia, lungarno Cellini-piazza Ferrucci e via Magellano) e  tre piazze (del Crocifisso, Santa Caterina d’Alessandria e Nobili). Il progetto partecipa al bando promosso dall’assessorato all’ambiente della regione Toscana per la ‘Promozione di progetti per l’abbattimento delle emissioni climalteranti in ambito urbano’ con l’obiettivo di raggiungere la neutralità climatica nel 2050. Il bando, in scadenza il prossimo 31 dicembre, si propone di favorire progetti di sviluppo urbano sostenibile diretti sia all’assorbimento delle emissioni inquinanti attraverso l’incremento del verde, sia alla realizzazione di piste ciclabili e all’ incentivazione al loro uso.

La messa a dimora di nuovi alberi sui lungarni e nelle zone limitrofe a piazza Indipendenza (piazza Santa Caterina d’Alessandria e piazza del Crocifisso) è stata oggetto di richieste anche da parte dei cittadini che hanno partecipato alla rilevazione realizzata con il questionario online di ‘Firenze Prossima’.

Gli  interventi di trapianto di nuove alberature e siepi  saranno accompagnati dalla realizzazione degli impianti di irrigazione che serviranno ad  assicurare la miglior riuscita della posa in opera delle piante.

  • In lungarno della Zecca Vecchia sarà realizzata un’aiuola continua a partire da piazza Piave e lungo tutto il tratto dei parcheggi a lisca di pesce, per poi proseguire con la realizzazione di quattro aiuole ‘puntuali’ fino a via delle Casine. Nelle aiuole si prevede l’impianto di 23 nuovi platani (albero di prima grandezza) o di altro albero in funzione della capacità di assorbimento degli inquinanti, e l’impianto di una siepe, in modo da creare uno schermo verde contro gli agenti inquinanti legati al traffico veicolare nell’aiuola continua. Nelle aiuole sarà realizzato l’impianto di irrigazione. La realizzazione delle nuove aiuole comporta una riorganizzazione e riduzione degli spazi di sosta e di quelli in corrispondenza della fermata del bus e dell’isola ecologica: i parcheggi lato fabbricati diventeranno in linea e non più a lisca di pesce; la fermata del bus sarà spostata di pochi metri, in modo da consentire la realizzazione di due aiuole per l’impianto di alberature; l’isola ecologica sarà spostata in avanti per la realizzazione dell’aiuola continua.
  • L’intervento in lungarno Cellini e piazza Ferrucci prevede sul lato argine l’inserimento di 21 carpini bianchi per schermare la pista ciclabile e di una siepe di iperico. Saranno inoltre integrate le alberature nelle aiuole già presenti. In particolare, sarà piantato un cipresso nell’aiuola spartitraffico del lungarno in prossimità del distributore di carburante; all’incrocio tra via della Fornace e piazza Ferrucci saranno messe a dimora tre alberature (due carpini bianchi e un leccio alternati); nell’aiuola spartitraffico tra piazza Ferrucci e viale Michelangelo saranno piantate sette alberature ornamentali di terza grandezza; all’incrocio tra lungarno Ferrucci e ponte San Niccolò sarà messo a dimora un platano di prima grandezza; nell’aiuola di delimitazione della pista ciclabile tra lungarno Ferrucci e ponte San Niccolò saranno piantate due alberature ornamentali di terza grandezza. L’intervento prevede anche la manutenzione della pista ciclabile con la realizzazione di segnaletica a terra e l’integrazione di quella verticale. La realizzazione delle nuove aiuole per l’inserimento delle alberature comporterà una riorganizzazione e riduzione degli stalli auto e moto sul lungarno lato sponda, mentre lo stallo per biciclette sarà spostato dall’incrocio tra lungarno Cellini e via della Fornace in prossimità dello stallo per disabili.
  • via  Magellano: l’intervento prevede l’inserimento di nuove alberature nella fascia di sosta vicina alla pista ciclabile, per dare ombra alla pista e agevolarne l’utilizzo anche nei mesi estivi. Nel dettaglio, in via Magellano saranno ricavate aiuole delimitate da cordoli e rialzate rispetto alla carreggiata nelle quali saranno messe a dimora 23 nuove alberature di prima grandezza, alternando un esemplare di platano ad uno di tiglio. È prevista una riorganizzazione dei parcheggi, a parità di stalli.

L’intervento di riqualificazione interesserà la parte interna della piazza, attualmente pavimentata in asfalto, che diventerà un’aiuola triangolare delimitata da un cordolo in pietra serena. Nell’aiuola saranno messi a dimora tre alberi di seconda/terza grandezza, un gelso e due alberi dei rosari, e sull’intera superficie saranno piantati arbusti sempreverdi. In piazza Santa Caterina d’Alessandria, l’intervento di riqualificazione prevede la realizzazione di un’aiuola semicircolare in un’area attualmente in lastroni di pietra. Nell’aiuola sarà messo a dimora un albero di prima grandezza (acero) e saranno piantati arbusti sempreverdi per l’intera superficie. Sarà inoltre realizzato l’impianto di irrigazione

L’intervento di riqualificazione prevede l’ampliamento del marciapiede all’angolo tra via Bixio e via Carnesecchi, nel quale saranno realizzate nuove aiuole. Saranno  messe a dimora 11 alberature di seconda/terza grandezza, distribuite tra l’ampliamento del marciapiede e le aiuole esistenti, mentre altre 10 saranno piantate nelle due aiuole lineari esistenti, insieme a una siepe, in modo da creare uno schermo verde contro gli agenti inquinanti legati al traffico veicolare.

Scroll to top of the page