M'illumino di meno, XVIII edizione, 11 marzo 2022

Il Comune di Firenze aderisce anche quest'anno alla campagna per il risparmio energetico promossa dalla trasmissione radiofonica Caterpillar e promuove una serie di azioni di risparmio energetico che ognuno può mettere in atto

Firenze aderisce alla campagna M’illumino di Meno che l’11 marzo è giunta alla 18^ edizione. L’iniziativa è dedicata alla Giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili: un tema che negli ultimi anni ha richiamato sempre più attenzione e tante sono le soluzioni adottate in merito, ma tanto di più resta ancora da fare in termini di transizione ecologica per il futuro nostro e del pianeta. L’invito di quest’anno, oltre al consueto spegnimento simbolico dell’energia elettrica quanto mai necessario in questi mesi di aumento dei prezzi dell’energia, è a pedalare per inquinare meno e a rinverdire per migliorare il nostro ecosistema.

In occasione della campagna  M’illumino di meno 2022  il Comune di Firenze promuove una serie di buone pratiche di risparmio energetico domestico. Con pochi accorgimenti si possono migliorare i propri stili di vita, sprecando meno risorse, diminuendo l’impatto ambientale delle nostre abitazioni e risparmiando sul costo dell’energia.
 

Ecco le azioni di risparmio energetico che ognuno può mettere in atto:

  • Spegnere gli elettrodomestici inutilizzati
    Il consumo energetico occulto è quello che non vediamo e che non si fa notare. La televisione, il monitor del computer e il condizionatore rimangono in standby quando non li usiamo più: non sono propriamente spenti, perché rimangono pronti a essere richiamati all’azione. Il modem, ad esempio, assorbe molta energia anche quando non viene utilizzato. Ogni led acceso per un anno, ovvero per 8760 ore, costa in media almeno 2-3 euro inutilmente.
  • Utilizza programmi ECO per lavatrici, lavastoviglie, ecc. Quando non abbiamo necessità particolari azioniamo il programma “ECO”, cioè di risparmio energetico, presente in tutti i più recenti elettrodomestici.
  • Carica in modo corretto lavatrice e lavastoviglie e asciugatrice
    Razionalizzare l’uso di questi elettrodomestici. Caricare poco la lavatrice è uno spreco inutile di energia. Lo stesso discorso vale per lavastoviglie e asciugatrice. Caricare eccessivamente è altrettanto deleterio perché il bucato non verrebbe fuori pulito alla perfezione e andrebbe nuovamente lavato.
  • Scegli elettrodomestici moderni a più alta resa energetica, ovvero la classe A++. L’investimento sarà ampiamente ricompensato nel tempo con consumi decisamente più contenuti.
  • Fasce orarie e miglior momento di utilizzo
    Se il fornitore del vostro contratto prevedere una tariffazione bioraria, impostate i timer di lavatrice e lavastoviglie nelle fasce orarie meno costose.
  •  Ascensore
    I consumi energetici annui di un ascensore sono elevati. È buona norma limitarne l’uso se si abita entro i primi 3 piani e scendere comunque con le scale.
  • Forno e microonde
    Usa bene il forno elettrico. Effettua il preriscaldamento solo quando è necessario ed evita la funzione grill. Non aprirlo frequentemente durante la cottura. Spegnilo poco prima della fine della cottura per sfruttare il calore residuo. I forni a microonde consumano circa la metà dei forni elettrici tradizionali, senza bisogno di preriscaldamento e conservando intatte le proprietà nutritive dei cibi. Quando possibile quindi utilizza il microonde al posto del forno tradizionale. Per risparmiare gas la scelta del metodo giusto di cottura è determinante. Ad esempio scegli la pentola a pressione per le lunghe cotture, usa i coperchi e scegli il fornello giusto per ogni pentola.
  • Stirare solo il necessario
    Limitare questa attività solo agli indumenti che ne hanno realmente bisogno può equivalere ad un consistente risparmio energetico.
  • Utilizzare razionalmente il frigorifero
    Il frigorifero è uno degli elettrodomestici più energivori delle nostre abitazioni. Utilizzarlo al meglio consente un notevole risparmio energetico. Ad esempio occorre non abbassare la temperatura del frigorifero sotto i 3 gradi, non aprirlo inutilmente e sbrinarlo regolarmente. Evitare di inserire cibi caldi e non riempirlo eccessivamente.
  • Risparmia il combustibile per il riscaldamento
  • Regola la temperatura ambiente a non più di 18-19 gradi
  • Non coprire i termosifoni
  • Controlla che nei termosifoni non ci siano residui d’aria utilizzando l’apposita valvola
  • Quando è acceso il riscaldamento tieni le finestre chiuse.
  • Se hai il camino chiudi la serranda di tiraggio quando è spento.
  • Usa i paraspifferi e quando è possibile abbassa le tapparelle per evitare la dispersione del calore
  • Spegni il riscaldamento quando in casa non c’è nessuno
  • Fai controllare la tua caldaia: è obbligatorio e tutela la tua sicurezza
  • Risparmia energia per scaldare l’acqua. Preferisci la doccia al bagno e non prolungarla inutilmente. Se ti è possibile, installa pannelli solari termici.Se hai lo scalda acqua elettrico, accendilo solo poco prima di usare l’acqua e regola la temperatura a non più di 60 gradi
  • Risparmia nell’illuminazione.Utilizzare delle lampadine a basso consumo (come quelle a LED) è il primo passo per risparmiare sulle bollette della luce. Scegli lampadine adatte ad ogni ambiente. Per esempio: per la camera converrà scegliere una lampadina a LED da 10W, per il bagno ne occorrerà una da 15-20W, per il ripostiglio invece ne basterà una da 10W.
  • Porte e persiane. Le persiane possono essere un valido alleato per contrastare le temperature troppo calde o troppo fredde. In estate conviene tenerle chiuse durante il giorno per evitare che sole e caldo eccessivo entrino in casa riducendo l’effetto dei sistemi di raffreddamento. Nel periodo invernale può essere invece utile abbassarle al tramonto per contrastare il freddo.
  • Utilizza infissi isolanti. Gli infissi ricoprono un ruolo molto importante perché completano l’isolamento termico dell’edificio, già visto per mura e tetto. Con infissi che impediscono le dispersioni termiche, si garantisce la massima efficienza dei sistemi di riscaldamento e raffreddamento degli ambienti domestici.
  • Preferire i mezzi pubblici o la bici, e limitare l’uso dell’auto.
  • Effettua una corretta raccolta differenziata. Un buona raccolta differenziata permette un sostanziale risparmio energetico per il riciclo e lo smaltimento dei materiali che si trasforma in un minor costo delle tariffe.
  • Non abbandonare rifiuti. Oltre ad essere un obbligo di legge l’abbondono dei rifiuti anche piccoli comporta lo spreco di risorse per la raccolta, lo smaltimento e la pulizia del territorio
  • Prevedere, ove possibile, l’allestimento di locali comuni per la consumazione dei pasti e quelli per i distributori automatici. Locali comuni dotati di distributori di acqua, minifrigo e microonde per favorire la consumazione dei pasti portati da casa e non preconfezionati
  • Disporre nei bagni dei detersivi ecocompatibili (marchio Ecolabel) per favorire l’uso di piatti e stoviglie riutilizzabili
  • Provvedere alla rimozione dei cestini personali negli uffici adeguando la distribuzione di idonei cestini per la raccolta differenziata nei corridoi e negli spazi comuni. Questo consentirà una decisa riduzione dei rifiuti indifferenziati che comportano spese economiche e ambientali notevoli
  • Evitare di stampare le mail con code di stampa (Intestazioni – Privacy – mail precedenti: 2 inoltri sono 2-3 Pagine inutili)
  • Utilizzare le borracce per l’acqua e tazze di ceramica per il caffè (o altro) al posto dei bicchierini monouso
  • Utilizzare lapis e matite colorate al posto di evidenziatori
Hai trovato interessante questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato
Scroll to top of the page