Un bosco dedicato alle vittime del Covid

525 cipressi e ulivi in ricordo delle vittime di Covid a Firenze. Sarà il luogo della memoria voluto dal Comune per esprimere la vicinanza della città alle famiglie delle vittime della pandemia.

Un vero e prorpio bosco della memoria, voluto dall’amministrazione comunale, sta sorgendo nel giardino Don Renzo Forconi, dove saranno messi a dimora fino al completamento della capienza, (e successivamente in altra area da definire) 525 cipressi e ulivi in ricordo delle vittime di Covid a Firenze. Un luogo per far sentire la vicinanza della città ai familiari delle vittime e per testimoniare alle future generazioni il dolore di questa pandemia e la speranza per una rinascita, inevitabilmente legata a una nuova consapevolezza del mondo in cui viviamo. 

I primi 210 alberi, donati dalla società Silva, sono già stati messi a dimora nel parco Don Forconi.

All'ingresso del parco è stata apposta una targa commemorativa ‘In memoria delle vittime della pandemia a Firenze 31.12.2020’,  con un QR code (un codice a barre che può essere letto tramite la fotocamera del cellulare) che rimanda al significato di questo bosco, con associato il brano di  Naomi Berrill, la violoncellista irlandese che vive a Firenze e che si è esibita durante la pandemia  in concerti solitari anche al parco delle Cascine e al giardino delle Rose.

.

Hai trovato interessante questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato
Scroll to top of the page